E’ sempre difficile scrivere di informatica, e sopratutto di strumenti creativi che esclusi gli addetti ai lavori, sono ben poco capiti dai più, ma oggi come oggi molti strumenti sono diventati semplici nell’uso , che non è ancora per tutti ma amplia la platea degli utilizzatori, non solo ai webmaster (figura ormai leggendaria e non più in uso) web designer, project manager web sites e tutta quella pletora di professionisti oggi in voga, ma anche ai semplici blogger e utenti avanzati che abbisognano di cambiare estetica e funzionalità del proprio sito/blog senza dover incorrere in attese, in base alla propria ispirazione del momento.

Oltre a questa considerazione bisogna aggiungere che oggi come oggi , anche i professionisti devono preparare in pochi giorni dei demo da presentare ai clienti e modificarli in tempo reale, quindi sempre meno digitare codice e sempre più utilizzare strumenti drag and drop e/o con selettori di caratteristiche, velocizzando il lavoro e lasciando la codifica solo per personalizzazioni estreme.

Il problema di questi strumenti è che spesso hanno codici gonfi e con un utilizzo massiccio rendono i siti lenti, pesanti e facilmente attaccabili, oppure non sono così semplici da usare come sembrerebbe inizialmente, allora come fare? Le soluzioni ci sono e oggi voglio parlarvi di quella che prediligo ed ho scelto di utilizzare , tenendo sempre presente che fra un anno chissà cosa di nuovo ci sarà da provare.

Solitamente utilizzo due framework a seconda del bisogno, uno Headway che permette con l’utilizzo di blocchi di creare visivamente il vostro sito, l’altro Genesis di studiopress, gli stessi creatori (almeno la maggioranza di essi ) di wordpress, questo secondo è considerato nell’ambiente dei professionisti, il framework per eccellenza, leggero, codice pulito, e con una ricca dotazione di child themes, ma obbliga sicuramente a digitare parecchio codice per essere personalizzato, quasi nulle le opzioni in dashboard.

Logo

Genesis

Headway dal suo canto ha l’immediatezza, ma i suoi blocchi sopratutto nelle strutture fluide, nei siti responsivi, cioè quelli che si adattano ad ogni risoluzione, allo schermo di ogni device, computer, tablet, smartphone, smarttv, tendono a non incolonnarsi bene, obbligando l’utente a scrivere del codice, ed ecco che la sua immediatezza viene in parte inficiata.Peccato perchè l’ho utilizzato per anni ed è uno dei migliori framework in assoluto.

Oggi inoltre si stanno imponendo i famosi page builder, cioè indipendentemente dal tema o framework che utilizzate di base ogni pagina può essere personalizzata con questi plug in che sono dei veri e propri compositori visivi, il più utilizzato dagli utenti anche grazie al basso costo iniziale è visual composer , devo dire che è molto cool, e sexy, può essere usato in back end oppure anche in front end modificando l’aspetto del proprio sito/blog visivamente, si possono trovare inoltre una serie infinita di moduli extra da aggiungere.visual composer

Ci sono veramente pochi motivi per cui non usarlo, ma i motivi sono diciamo importanti, primo fra tutti la pesantezza del codice , non molto pulito e più elementi si usano più il sito diventa pesante e lento, inoltre ho testato sulla mia pelle la sua vulnerabilità agli inijection, e quindi a rendere infettabile il vostro sito, peccato perchè ha veramente un’infinità di moduli, animazioni per poter abbellire il nostro sito web.

Tutte le soluzioni fino a qui prospettate hanno dei lati negativi che ne inficiano buona parte della loro bontà, ma eccomi pronto con le soluzioni, e le soluzioni sono due che possono essere utilizzate in modo indipendente, ma se usati in accoppiata, ci forniscono uno strumento immediato, veloce, ma anche pulito.

Il primo strumento è un framework, pulito e leggero come Genesis e gratuito ,ma con in più la possibilità di passare alla versione pro che con pochi euro ci permetterà di avere una grande varietà di opzioni e selezioni che con veloci click del mouse ci permetteranno di personalizzare il nostro sito/blog a livello professionale, senza scrivere un rigo di codice, questa bellezza si chiama GeneratePress .

Generate press addons

Dal sito dello sviluppatore si può scaricarlo gratuitamente e provare o anche utilizzarlo con le opzioni di base, facendosi un’idea delle sue caratteristiche, poi si può acquistare la licenza pro a vita, che costa meno di 40 euro e ci permette di attivare tutte le opzioni pro che sono veramente molte dal cambiare colore a tutte le parti del sito, a cambiare caratteri, modificare header e footer, rendere la nav bar fissa o sticky, insomma modificare il nostro sito/blog in ogni particolare, anche creare sezioni con parallelasse , feature ecc.

 

Se non vi bastano le opzioni e volete altri blocchi o moduli potrete utilizzare in abbinata un buon page builder, come ho scritto visual composer sarebbe molto cool, ma ha i difetti su citati primo fra tutti un codice pesante, inoltre se disattivato, la pagina risulterà piena di codici e perderete i contenuti, quindi la soluzione migliore è Beaver Builder.

beaver builder

Beaver Builder, è semplicemente fantastico, codice pulito, non rallenta e non appesantisce, e funziona in modo visivo in realtime, quindi modificherete e costruirete il vostro sito , trascinando blocchi sulla pagina e poi selezionandone le caratteristiche o scrivendone i contenuti.

 

Certo il prezzo è meno fantastico , ma basta prendere la versione base a circa 80 euro, e potrete costruire quanti più siti vorrete, per avere i suoi temi dovrete invece sborsare molto di più, ma che farsene se utilizzate in abbinata GeneratePress?

Ed è questo il punto , se volete veramente personalizzare in ogni modo il vostro sito /blog abbinando Generatepress e Beaver Builder, otterrete gli strumenti giusti, puliti, leggeri e solidi  unico limite rimarrà la vostra creatività e la vostra fantasia, creerete siti/blog responsive visibili e sempre ben allineati e graficamente corretti su qualsiasi device li vorrete vedere e visitare.

Qualunque sia la vostra scelta, la base resta ed è GeneratePress, che da questa primavera sostituisce nel mio utilizzo Genesis, per due motivi , mi permette velocemente di cambiare aspetto alle mie web creazioni, posso apprezzarne il cambiamento in tempo reale e vedere se mi aggrada e valutare varie opzioni e soluzioni, quindi addio Genesis e benvenuto GeneratePress, questa la mia scelta a voi la vostra!

Questo articolo è stato letto 1443 volte !