Aiuto per Nausea, gastrite, riflusso, vomito, gastralgie

Con questo articolo inizio una serie, che darà ai lettori degli spunti per aiutarsi con i malesseri più semplici e più frequenti nella vita delle persone, se i sintomi fossero forti, o non si risolvano nel giro di poco tempo, consultate il vostro medico di fiducia sempre, in questi articolo di esempio indico varie tipologie e tecniche di intervento, scegliete quella che più sentite in sintonia con voi stessi, in caso di tisane e preparati, accertarsi sempre di non essere allergici o intolleranti al prodotto.

 

Nausea

Le cause della nausea possono essere molteplici, più o meno gravi: si
va da un’indisposizione momentanea dell’apparato digerente a patologie
vere e proprie.

Rimedi principali

Tisane. L’infuso di Santoreggia è indicato nell’inappetenza e nelle
gastroenteriti, inoltre agisce come vermifugo.

Tinture Madri. Melissa T.M.: 30-40 gocce in poca acqua, 3 volte al dì.
La Melissa è una delle piante più interessanti nelle problematiche della
nausea. Zenzero T.M.: 30 gocce 3 volte al dì.

Gemmoderivati. Ficus carica M.G. e il gemmoderivato elettivo in
tutte le problematiche di stomaco, sia fisiche che nervose. Si tratta di un
rimedio sicuro e maneggevole anche sui bambini; adulti 50 gocce 2-3
volte al dì; bambini 2 gocce per chilo di peso, 2-3 volte al dì,

Rimedi spagirici. Quintessenza di Melissa: 3-5 gocce 3 volte al dì. Le
quintessenze vanno miscelate con del miele, oppure stillate su una zolletta
di zucchero di canna o su una mollica di pane. Evitare l’assunzione del
rimedio puro. Se ne può mettere una goccia su un cerottino di garza, da
collocare sul punto di agopuntura Pericardio 6.

Fiori del Bush. Crowea è un rilassante muscolare adatto a tutti i disturbi
di stomaco; Dagger Hakea per la collera repressa; Dog Rose nel caso di
paura risentita a livello dello stomaco; Paw Paw per i disturbi digestivi in
genere. Se la nausea è collegata alla gravidanza si possono prendere in
considerazione Bottle brush (tale rimedio esercita un sottile drenaggio del
colon) e She Oak, il fiore della femminilità a tutti i livelli.

Posologia: 7 gocce di uno dei fiori in mezzo litro d’acqua, da sorseggiare durante il giorno.

Alimenti curativi. L0 zenzero grattugiato e il mis0 (di riso 0 di orzo: e
una pasta di fagioli di soia fermentati, reperibile nelle erboristerie e nei
negozi specializzati) sono consigliabili per intervenire sulla nausea e sugli
squilibri dello stomaco. Tenere presente anche il miglio, che rafforza la
milza (organo collegato alla stomaco in medicina tradizionale cinese).

Cristalli. Il Quarzo ialino è il rimedio elettivo dei problemi di stomaco.
Uno o più esemplari di questo minerale dovranno essere purificati
tenendoli per 48 ore sotto argilla in polvere (senza aggiunta di acqua);
quindi lavateli bene con acqua e sapone e metteteli in una brocca o caraffa
piena di acqua minerale naturale (oppure proveniente da un depuratore):
dopo un tempo minimo di 10-12 ore si può cominciare a bere l’elisir così
ricavato, sorseggiandolo e tenendolo un po’ in bocca. Ricordarsi di
riaggiungere l’acqua nella brocca via via che viene consumata. Se la
nausea dipende da problemi di milza-pancreas si può sperimentare l’elisir
di Quarzo fumé; nel caso di disturbi di fegato il Quarzo occhio di falco;
per squilibri della cistifellea la Tormalina verde.

Riflessologia plantare. Massaggiare a lungo i punti di stomaco, milza,
pancreas, fegato.

Localizzazione del punto riflesso dello stomaco: la prima parte
dell’organo si trova sulla pianta del piede sinistro in corrispondenza del 1°
metatarso; e utile trattarlo in caso di acidità e bruciori. La parte terminale
dell’organo si trova sulla pianta del piede destro sempre in corrispondenza
del 1° metatarso; talvolta, per intervenire sui dolori di stomaco e sulle
ulcere, bisogna massaggiare questa seconda zona.

Questo articolo è stato letto 67 volte !

Lascia un commento

codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.