Cosa è la tintura madre

Con questo articolo, comincerò una serie che vuole dare indicazioni chiare per capire la naturopatia e come funziona, e indicheremo anche alcuni rimedi, tenete sempre presente che ciò che scrivo qui è indicativo, ad uso di esempio, che dovete sempre consultare il vostro medico ed il vostro naturopata di fiducia, se vi autocurerete copiando ciò che scrivo senza aver consultato un professionista, non mi assumo alcuna responsabilità sui risultati. con la salute ed il benessere non si gioca, mi raccomando.

La tintura madre è ottenuta dalla macerazione di parti di pianta fresca in una soluzione di acqua e alcol, cosicché viene chiamata anche “macerato idroalcolico”, Tale forma galenica è stata introdotta dalla scuola francese
di fitoterapia, con i lavori di Max Tétau e Claude Bergeret .

Nella tintura madre i princìpi attivi della pianta sono maggiormente biodisponibili rispetto alle tisane (ottenute da piante secche): essa agisce sul sintomo specifico, quindi è più vicina come effetto al farmaco di sintesi, senza causare però gli stessi effetti collaterali.
Se ne sconsiglia l’uso per i bambini, che possono trarre ottimogiovamento dai macerati glicerici e dagli oligoelementi. Per gli adulti la posologia media è di 90-120 gocce al dì, in 2-3 assunzioni, sempre in
poca acqua o in una bottiglia da mezzo litro da sorseggiare durante la giornata. La prassi di trattenere in bocca ogni sorsata per un po’ di tempo deve essere seguita anche con questi rimedi per ottenere una maggiore efficacia.


Raccomando attenzione nell’utilizzo non indicato per alcolisti, diabetici e bambini, nel caso si debbano usare consultare sempre un medico prima di assumere questi prodotti nei casi appena citati.

Questo articolo è stato letto 17 volte !

Lascia un commento

codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.