Esee JG3

Un coltello nato dall’esperienza di una vita da buschcrafter, infatti il suo ideatore e designer è James Gibson, uno degli istruttori di Camp Lore, luogo deputato a chi vuole esercitarsi e imparare a vivere in mezzo alla natura con quello che offre, a sopravvivere o semplicemente a prepararsi per un safari . A Camp Lore si svolgono anche corsi per i corpi militari non solo USA ma provenienti da tutto il mondo.



L’Esee JG3 come dicevo , nasce da una lunga esperienza di utilizzo di vari coltelli, nella vita in natura da parte di James Gibson, il quale risalendo ai primi coltelli utilizzati dai coloni e dai trappers ha iniziato a studiarne forme, dimensioni e caratteristiche, unendo queste informazioni alla sua esperienza sul campo, si è costruito un prototipo.

L’acciaio da lui utilizzato è lo stesso 1095 che usa la Esee il quale per caratteristiche si avvicina in forma migliorata agli acciai carboniosi dell’epoca, resistenti e flessibili, facilmente riaffilabili e che mantengono bene il filo anche con un intenso uso quotidiano.

Infatti il JG3 nasce come coltello da uso quotidiano, che siate al campo fisso od in escursione, forma e caratteristiche lo rendono ugualmente idoneo a trattare legno come cibo e selvaggina.

La forma particolare del manico, lo rende adatto ad ogni tipo di mano ed a tutte le modalità di presa, basta prenderlo in mano per capire come sia nato da anni e anni di esperienza di utilizzo, la mano non si stanca, si usa bene sia con che senza guanti, le sue misure non certo giganti permettono un preciso controllo della lama durante il taglio e l’intaglio.



  • Lunghezza totale: 19,40 cm.
  • Lunghezza della lama: 8,90 cm.
  • Costruzione in pezzo unico.
  • Lama in acciaio al carbonio 1095, finitura delavé.(stone washed)
  • Durezza 57RC.
  • Spessore lama: 3,17 mm.
  • Guancette del manico in micarta OD verde

Èun coltello molto apprezzato nella sua terra di origine ( USA. ), dove assieme ad una piccola accetta è tutto quello che serve per vivere nei boschi, so che molti appassionati Italiani non saranno concordi, in quanto da noi vige un po’ la moda del coltellone, in realtà sopratutto coltelli edc o utility knives, devono essere e sono di misure contenute al massimo 10 cm. di lama.

L’unico difetto di questo coltello a mio parere è il fodero che trovo scomodo per il porto, che preferisco orrizzontale ed in cintura essendo un coltello sempre di pronto utilizzo, per il resto lo consiglio vivamente.

Questo articolo è stato letto 65 volte !

Lascia un commento

codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.