Gratificarsi con il tempo……..

Ho già scritto in vari articoli, che il tempo è il bene più prezioso che abbiamo, non sappiamo quanto ne abbiamo a disposizione, lo buttiamo via per mille cose che non equivalgono in valore e lo regaliamo a destra ed a manca come ne avessimo scorte infinite, in breve siamo inconsapevoli del tempo come valore massimo , poi ovviamente urge una constatazione pratica, siamo figli del nostro “tempo” , di un’epoca in cui tutto scorre veloce, in cui anche il divertimento è veloce, un esempio? Guardatevi una commediola degli anni 50/60 magari in bianco e nero e poi una moderna commedia attuale, notate subito le differenze, nei modi di porsi dei protagonisti, nei tempi di scena ecc.

Purtroppo siamo diventati schiavi del tempo, anzichè padroni, e questo andamento frenetico, porta una buona parte dei disturbi e delle ansie tipiche della società moderna.

Molti leggendo staranno pensando bella scoperta, ma non lo sai che il tempo è denaro? Che per pagare il mutuo, la rata dell’auto, i libri di scuola, per fare la spesa, portare i bambini al corso di nuoto, di tennis, di canoa, ecc. il tempo non basta mai?

Si lo so, vivo anch’io le idiosincrasie del nostro tempo e la perversione della schizzofrenica vita moderna occidentale, con ciò ritengo che almeno in parte si può porvi rimedio, ed ho escogitato un piccolo metodo per cominciare a prendere consapevolezza che pure vivendo qui ed ora , si può migliorare la situazione, partendo da una piccola e banale auto-gratificazione, da darsi almeno una volta al giorno.

Il metodo funziona sia per le super mamme massaie lavoratrici moderne, che per i manager aziendali, per i professionisti gli operai, gli artigiani, insomma un metodo per tutti, non costa nulla e il risultato è garantito.

 

In pratica il metodo, prevede di iniziare regalandosi 5 minuti al giorno di tempo, ed utilizzare quel tempo per gratificarsi.

Come procedere dunque?

Prima cosa da fare è eliminare per quel lasso di tempo, cioè per i 5 minuti che ci siamo regalati, ogni interferenza esterna a noi stessi.

Quindi spegnete il cellulare e staccate il telefono di casa , se i 5 minuti li passate in casa, mettetevi in posizione comoda o rilassata, badate bene che i 5 minuti sono vostri, quindi se volete goderveli a casa, oppure su una panchina al parco, oppure in un prato, o seduti su un muretto , quindi dove volete dove vi ispira dove vi sentite rilassati ed appagati, quindi che siate in poltrona o sdraiati nel prato, spegnete il telefonino ed ogni altro congegno, togliete l’olologio dal polso e sul medesimo o sul telefonino, mettete una sveglia che suoni dopo 5 minuti, questo è importante perchè vi farà capire ancora di più il valore di questo tempo-regalo, e il fatto che in quei 5 minuti niente e nessuno deve potervi disturbare.

A questo punto so già che molti stanno pensando, ma che faccio in quei 5 minuti ? E leggo il terrore nei vostri occhi, abituati a essere sempre presi da qualcosa, stressati dagli impegni e dal lavoro, dai figli e dai loro impegni, non siete abituati a godervi 5 minuti solo per voi, tutti per voi !

Fate quello che più vi piace e pare, sono vostri e solo vostri, quindi bevetevi un te(tea), una tisana,una cioccolata calda,mangiate una caramella, un cioccolatino, leggete una poesia, una pagina di un libro, o semplicemente state in panciolle, questi 5 minuti sono vostri, quindi ricordatevi che è essenziale che niente e nessuno vi disturbi, appena finiti, suonata la sveglia, tornerete alla vostra solita vita.

 

Se provate a regalarvi questo tempo una volta al giorno per una settimana, capirete cosa intendo e quali saranno i cambiamenti che inizierete ad intravvedere, capirete anche che è possibile cambiare almeno un pò il vostro modo di vivere e sopratutto starete meglio.

Pensate sia un’idea ridicola? Sappiate che alcune grandi multinazionali, stanno sperimentando in piccoli gruppi, una gratificazione aziendale a base di tempo “libero”, cioè chi produce bene oltre o al posto di gratificarlo economicamente con un bonus o premio, verrà gratificato con del tempo libero in più, e vi assicuro che non lo fanno per filantropia, ma semplicemente perchè, quel personale così gratificato, si ammala meno, è più felice e lavora meglio aumentando la produttività e la qualità del prodotto, sia esso un bene od un servizio.

Non mi resta che augurarvi buon regalo , godetevelo ve lo siete meritato !

 

Ermanno Azzolini.

Questo articolo è stato letto 25 volte !

Lascia un commento

codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.