Il nuovo iPad Pro, sostituisce il Pc/Mac ? Si !

In molti forum di appassionati e blog a tema, è scoppiata la bagarre, una guerra tra sostenitori del si  e sostenitori del no, e che cioè i nuovi iPad di Apple, possano sostituire in toto un computer, e ancor di più un portatile. Già un anno fa all’uscita degli iPad Pro da 9,7″ e da 12″ si era scatenata questa disputa, con punti a favore degli uni e degli altri, oggi con l’uscita dei nuovi iPad Pro da 10,5″ e 12,9″ ( dove le ” stanno per pollici) , la cherelle ha ripreso forza, solo che i punti a favore dei sostenitori del si sono in maggior numero e con la prossima uscita di iOS 11 con il suo file manager di sistema e le molte altre novità, non ci saranno più dubbi e anche chi è ancora ancorato al no dovrá capitolare.

Io ovviamente parteggio per il fronte del si, il nuovo iPad Pro, può, anzi sostituisce in toto il Pc/Mac, e ne sono così convinto che ho ceduto il mio Mac book Pro e mi sono accaparrato un nuovo fiammante iPad Pro da 10,5″ con 512 gb di memoria disco. E aggiungo non solo ho sostituito in pieno il Mac, ma ho anche risparmiato più di 500€ sull’acquisto eventuale del medesimo, c’è da dire che i nuovi iPad Pro hanno ben 4 gb di RAM e tagli di memoria disco fino appunto a ben 512 gb , quindi più che sufficienti per ogni uso normale e professionale con dei vantaggi ulteriori in confronto ad un lap top od ad un desk top.

Siccome non amo essere un fanboy di nessuna marca o idea, vado ad argomentare il perché i nuovi iPad Pro possono sostituire totalmente un computer . Come dicevo abbiamo tagli di memoria pressoché uguali a quelli dei più moderni portatili ma anche della maggior parte dei pc da tavolo, se non bastasse in nuovi processori A10X Fusion con i loro coprocessori grafici M10 , sono i più performante di sempre e competono alla pari con i più rinomati processori per computer, tutto questo ci porta ad avere gli iPad Pro alla pari con gli attuali computer a potenza di calcolo e dotazione di memoria, con il vantaggio che gli iPad hanno un sistema operativo costruito su misura e applicazioni dedicate, che non devono adattarsi alle più infinite configurazioni ma alle poche dei vari modelli di iPad, dove le differenze sono prettamente prestazionali e non di accessori o device  interni.

Partendo da quanto ho detto e cioè senza entrare troppo in dettagli tecnici, per i quali troverete on line molte recensioni o basta che andiate sul sito della Apple, il primo motivo per cui i tablet non avevano ancora sostituito il Pc era il modo di utilizzo e il se condo motivo la mancanza di software adeguato. Per il modo di utilizzo, la soluzione è semplice,adattarsi, io che ho qualche anno sulle spalle, ricordo che ad ogni passaggio sistema operativo o di computer ci si è sempre dovuti adattare, o meglio capire le nuove o diverse caratteristiche, ad esempio il passaggio dal DOS a Windows, il passaggio da PC ad Amiga, da Amiga a Windows 95, e via fino a Mac OS X, e anche lì da Mac OS Classic a Mac OS X, polemiche e zuffe virtuali tra detrattori e sostenitori dei due os, ogni innovazione porta modi diversi di utilizzo, inizialmente ci si può sentire un pò persi ma poi ci si abitua alle nuove modalità, lo stesso dicasi usando l’iPad Pro, con in più però i vantaggi, di non dovere fare un boot, lunghe accensioni o attese per aprire le applicazioni, il tutto è immediato e fluido rendendo veloce e pratico l’utilizzo, dirò di più gradevole anche durante lunghe sessioni lavorative.

Per il secondo motivo cioè le applicazioni, il software come si usava dire negli anni ’80 , o le apps come si dice oggi, non esiste più nessun ostacolo, ormai esiste una app equivalente per ogni una di quelle per Pc o Mac . E qui muovo la prima critica, più che nei confronti di iPad nei confronti dell’Apple store, molto bello graficamente, ma salvo fare ricerca per temi, di più non si riesce, mi spiego o si sa il nome esatto, minuscole e maiuscole comprese di una app, oppure non c’è verso di trovare quello che ci potrebbe servire od interessare. Ad esempio sarebbe bello trovare le apps corrispondenti, scrivendo desk top publishing, oppure cad , ecc., ma fatte salve rare eccezioni, così non è, ed è una grave pecca, anzi alcune apps non sono nemmeno nella loro categoria di appartenenza.

Comunque di seguito vi propongo le Apps principali che vi aiuteranno a sostituire il Pc con un iPad non obbligatoriamente Pro anche se consigliato, ovviamente al seguito di quelle che vi indicherò ce ne sono molte altre, ma ci vorrebbe un libro a descriverle tutte, quindi mi limiterò alle principali e di uso comune, a casa ed in ufficio.

E partiamo proprio dall’ufficio, o meglio le apps che in ufficio ed a casa ci possono servire , prima fra tutte Office,la suite Microsoft è al completo, l’inconveniente è che per poterla utilizzare bisogna pagare un abbonamento mensile, e fatto salvo chi gestisce decine di documenti al giorno, per gli altri non è conveniente.

Allora come fare? Abbiamo una validissima alternativa compatibile con la maggior parte dei documenti che ci viene offerta gratis dalla Apple, e sono Pages,Numbers e Keynote, che funzionano esattamente come gli omologhi desktop, ma se non ci accontentiamo, c’è Polaris Office 2017, che per 21 € , ci da piena compatibilità, suite completa compresi foglio di calcolo e formule, un piccolo prezzo una tantum , se pensiamo ai costi delle suite Office per computer.

Tenete presente, che Polaris Office come lo stesso Pages, vi permette di fare DTP (Desk top publishing) in modo completo, andando a coprire tutta la gamma di esigenze Office, potendo produrre dai biglietti da visita, ai volantini, alle brochure.

Altra app di cui in ufficio e a casa si può aver bisogno è un buon database, il più anziano Handbase che origina ai tempi del Treo della Palm, che chi come il sottoscritto ha qualche hanno sulle spalle ricorderà come il precursore degli smartphone, completo e relazionare, che comporta però il bisogno di spendere un pò di tempo in apprendimento, come più nuova soluzione , graficamente più accattivante, e di un più semplice ed immediato utilizzo possiamo trovare Taps form, non ancora completissimo come relazionale ma in continuo aggiornamento, entrambi i database si aggirano sui 10€ di spesa, ce ne sarebbe un terzo, di più immediato utilizzo dei due precedenti, che ho amato e amo da anni, ma che non esiste per iPad, e quindi  lo si deve utilizzare su questo device in maniera ingrandita come tutte le apps iPhone native che si installano su iPad,ed è iDatabase , di tutte e tre le release esiste la versione per Mac e Pc sincronizzabile.

Abbiamo bisogno di prendere note, disegnare, aggiungere foto, audio video, a mio parere la migliore app è Notability, anche di questa esiste per gli utenti Mac OS X una versione sincronizzabile, ovviamente l’iPad fornisce di base una sua app note altrettanto valida con qualche opzione in meno .

Un’altra app molto importante in ufficio e a casa è il client e- mail, e anche qui l’iPad ne fornisce uno buono in dotazione, ma se ne volete uno identico alle versioni desktop, che gestisce tutti gli account, che fornisce tracciabilitá delle e-mail  e gestisce benone allegati e posta certificata, ecco Airmail, veramente ottima, sincronizza con la versione desktop per chi avesse ancora l’esigenza di avere un Mac, e come tutte le apps descritte fino ad ora funziona anche su iPhone.

 

Potete trovare una recensione completa qui 

Se siete scrittori blogger o semplicemente vi piace scrivere, per iPad e iPhone possiamo trovare le due migliori applicazioni dedicate, ossia Scrivener e Ulysses , entrambe compatibili con iPhone e desktop per chi ne avesse l’esigenza entrambe appena sopra i 10€ , anche qui la preferenza va alla abitudine di utilizzo e a quale delle due siete abituati, io prediligo Ulysses, completamente tradotta in italiano, più snella e autosincronizzante, non dimenticandomi che Scrivener è utilizzata di contro da migliaia di scrittori di libri,articoli e copioni, è stata la prima app nata per queste esigenze, e oggi SEL batte ancora alla pari con Ulysses che sta conquistando sempre più quote di mercato per la sua maggior immediatezza e fluidità di utilizzo.

Potete trovare una recensione completa di queste sue app qui

Sarebbe riduttivo fermarsi qui con le apps Office, ma queste sono le principali, scansionate documenti con Scanbot, FineScanner,Scannerpro , stampate con Printer Pro e Printer central pro, modificate PDF con ezPDF, utilizzate testo con Clean Text e molte altre a copertura di ogni esigenza casa/ufficio.

Creatività, cioè quei programmi , quelle apps per trattare immagini, fare grafica vettoriale, Dtp, grafica 3D ecc. possiamo cominciare da Affinity Photo, che grazie a un grande lungo lavoro del team di sviluppo, non solo copia la versione desktop, ma la migliora, più veloce, più efficiente , fino ad eguagliare il classico Photoshop. Anche qui dovremmo mettere mano al portafoglio ma con 25€ avremmo veramente un applicativo altamente professionale , assieme a Luma Fusion per il montaggio video, sono le due apps che hanno sdoganato in modo definitivo l’iPad Pro ad un uso veramente professionale e sostitutivo del PC.

La gestione dell’interfaccia ottimizzata per un uso touch non ha eguali per velocità e praticità di utilizzo, come ogni app professionale richiede un pò di tempo per capirne appieno l’utilizzo e le potenzialità, appena avrò un pò di tempo farò una recensione, rimanete sintonizzati.

Altra app di rilievo per quanto riguarda la grafica professionale e vettoriale è Graphic, anche qui troveremo tutte le funzionalità e caratteristiche dei programmi che abitualmente usavamo sul computer, quali Corel Graphic, Adobe illustrator ecc.

Per i disegnatori professionisti , utilizzando ovviamente la Apple Pencil, troviamo apps come Procreate e Sketches  per citarne due tra le più utilizzate nel settore, ma possiamo trovare, assolutamente gratuita una app molto potente per professionisti e amatori ed è MediBang Paint.

una nota di attenzione su una app che sarà molto utili a chi come il sottoscritto non è una cima nel disegno sia a mano che vettoriale, utile per creare infografica, mappe, personaggi, macchinari ecc. ed è Assembly, il dettaglio e la descrizione di questa e altre apps lo trovate qui

Passiamo ora ad una delle apps che ha dato la svolta ad un uso professionale dell’iPad Pro ed è la nuova LumaFusion, un’app per il montaggio video, anzi tre apps, infatti a parte per pochi euro , dopo averne spesi 12€ per la app principale possiamo trovare LumaFX e LumaClip che ci permettono al di fuori della app principale di applicare effetti speciali aggiuntivi e lavorare più dettagliatamente su velocità e inversione della…..pellicola….del girato per capirsi.

Sebbene giá Pinnacle Pro ci permetteva limitatamente ad utilizzare più di una traccia o pista sulla timeline, ora con LumaFusion, non c’è più limite, come non c’è limite di durata e di lavorazione, titoli, transizioni, correzioni, audio, video ecc. proprio come i software professionali che siete abituati ad usare su Pc o Mac , non siamo ancora a livelli di Final Cut X e Pro e di Adobe Premiere, ma ad ogni aggiornamento ci avviciniamo, e non pensate che i rendering siano lenti e scattosi, con mio sommo stupore surclassano in velocità e fluidità quelli creati con il Mac.

Ed ecco che arriva il plus, questa app al completo di tutte le sue funzioni, può essere utilizzata anche su iPhone, meglio sugli ultimi modelli, unico limite il piccolo display che ci affaticherà nell’uso. Potete trovare una piccola recensione con dei video qui

Avendo l’iPad Pro una fotovideocamera di ultima generazione identica a iPhone 7 , potrete a mano libera o con adeguati supporti girare video di qualità ed utilizzare app, per effetti tipo anni 20,40,70,80 bianco e nero ecc.

Ciò non toglie che potrete caricare su iPad i video eseguiti con la vostra videocamera o fotocamera di ultima generazione comprese action cam Go pro.

Passiamo ora alla nota più dolente dell’iPad Pro e di iOS in generale, la gestione libera dei file, gestione che sarà risolta dal mese di Settembre 2017 , quindi fra circa un mese, con l’adozione di iOS 11 che porterà in dote finalmente un file manager nativo e completo, per il momento io utilizzo Documents e IPlugmate per la gestione di pennette usb- lightin

 

 

Nell’articolo che vi ho linkato poco sopra troverete la spiegazione in dettaglio dell’app documents, ovviamente potrete usare i vari clouds più famosi da Drive a iCloud e se dovete usare ftp e altre trasmissioni dati come dav ecc. troverete apps come Easy FTP Pro o la versione mobile del famoso Trasmit.

Non manca una delle migliori app per linguaggi di programmazione ed è la versione mobile di Coda, completa e ben realizzata come la versione desktop.

Cosa manca? A si la realizzazione di siti web e blog con WordPress? Anche qui abbiamo un ottimo page builder / framework, lo stesso utilizzato per questo blog, è da lo staff di Elegant Themes eccovi Divi builder, arrivato alla versione 3, perché sceglierlo? Oltre per le sue molteplici caratteristiche che potrete vedere ed apprezzare sul sito del produttore, perché permette l’utilizzo su iPad e device touch, cosa che altri builder e framework non permettono a causa della mancanza di un mouse, anche se io un trucco ve lo do, qualora vi serva usare altro per la vostra siti e comunque on line, acquistate Puffin Pro, un browser apposito che vi creerà un pad virtuale con le funzioni del mouse.

 

Stavo dimenticando il 3 D , anche qui esistono molte apps, omologhe delle versioni desktop, ve ne segnalo una, per amatori e professionisti, cosa che non guasta anche gratuita, Formit di Autodesk, praticamente una copia di scketchup di Google.

Mi rendo conto che in queste poche e sudate righe, viste le temperature africane di questi giorni, non posso essere esaustivo per tutti i settori ed i campi in cui solitamente si usa un computer, ma spero di aver coperto almeno la maggior parte degli utilizzi che si fanno al giorno d’oggi mediamente, come tutte le innovazioni, ha bisogno di un pò di tempo per essere capita ed apprezzata, ma posso assicurarvi che è uno strumento immediato, senza attese di sorta, efficace, funzionale portatile dall’ottima autonomia e potenza, nochè portabilitá, una volta che avrete fatto la mano con le apps sostitutive e omologhe del vostro Pc/Mac vi troverete così bene che non tornerete indietro. Dimenticavo, sto scrivendo questo articolo, con i piedi immersi nel lago a godermi un pò di frescura(altro piccolo vantaggio)………e voi cosa aspettate a passare a iPad Pro?


 

 

Questo articolo è stato letto 686 volte !

Lascia un commento

codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.