Suntour SP12-NCX  Mountain Road Bike suspension

Suntour SP12-NCX Mountain Road Bike suspension

È sicuramente un prodotto di nicchia, e di questi prodotti ce ne sono di vari tipi, ma questo al costo attuale di circa 60 euro è sicuramente quello che ha il miglior rapporto costi prestazioni, supporta ciclisti dal peso tra i 60 ed i 100 kg. Ma l’ho visto usare senza problemi da persone con un peso di oltre 110 kg. Dal canto mio l’ho montato sulla mia e-bike elettrica, e la mia schiena ringrazia sentitamente, le asperità del terreno, piccole buche, tombini e qualsiasi altro sobbalzo, ora non sono un problema.

Il montaggio è semplice, assicuratevi però al momento dell’acquisto di prendere il modello con il giusto diametro per la vostra bicicletta, un altro dei vantaggi di questo prodotto è la lunghezza del tubo che raggiunge i 40 cm. Mentre solitamente questi prodotti hanno lunghezze inferiori, rendendo problematico l’uso per chi ha la gamba lunga.

Inserite il tubo nel canotto sella del telaio, regolate l’altezza voluta e quindi fissate la sella , semplice e veloce, potete poi dopo averlo provato, regolare la durezza dell’ammortizzazione, per farlo, sfilatelo dal telaio e regolate la vite posta a fine rubo.

Vi posto un video fatto da altri, per capire come funziona, vi garantisco che la vostra bicicletta, sia che sia un modello da passeggio che un modello agonistico, raggiungerà un elevato grado di confort per la schiena e per il “fondo”schiena.

PS: montate il tubo nel verso giusto, se montate l’ammortizzatore al contrario non funzionerà .

 

Meteo & Radar per ios ed android

Meteo & Radar per ios ed android

Come richiesto comincio ad illustrare una delle migliori app per le previsioni meteo, disponibile sia la versione per ios (iphone ed ipad) che la versione per android.

Una delle caratteristiche principali è lermettere di avere tutta la situazione, giornaliera e settimanale sotto controllo in un solo colpo d’occhio.

Molte le personalizzazione e la versione pro viene via con circa 3 euro a seconda dello store, non serve inoltre fare abbonamenti, comunque previsti, in quanto aggiungono solo un’aggiornamento ogni 5 minuti piuttosto che ogni 15.

Vediamolo nel dettaglio nella videorecensione.

Sorted 3 organizza il tuo tempo

Sorted 3 organizza il tuo tempo

Sorted arrivato alla versione 3 per ios è sicuramente giunto alla svolta, un prodotto maturo che aggiunto alla versione desk top per mac con cui sincronizza bene è da considerarsi il primo reale rivale di Things 3.

Ci sono però delle differenze, partendo dalla filosofia di base, mentre Things è indirizzato all’organizzazione dei progetti e loro fasi, Sorted è indirizzato ad organizzare il tempo giornaliero che prevede gli eventi del calendario ed i progetti, non a caso permette di vedere ma anche gestire e creare eventi giornalieri sul calendario o sui calendari sincronizzabili con quelli di ios o google.

Si possono creare progetti con sottoprogetti oppure liste, con scadenze o senza, con allarmi giornalieri, settimanali, mensili, oppure solo a scadenza, il tutto sincronizzabile su drop box con tutti i device in uso, cosa apprezzabile visto che vige la moda di mercato di obbligare gli utenti ad abbonarsi ai servizi propietari di sincronizzazione.

Molte le opzioni di personalizzazione ed utilizzo, lo rendono un prodotto completo, un pò meno user friendly però dei prodotti concorrenti e serve applicarsi un po’ per scoprirne le potenzialità.

Il prezzo unico per le versioni iPad iPhone e iPod ne aumentano l’interesse e lo rendono il più acerrimo concorrente del celeberrimo Things 3.

Vantage calendar per ios

Vantage calendar per ios

La videorecensione di oggi riguarda Vantage un calendario”particolare” per iPhone ed iPad, e per tutti i device ios, la cosa che colpisce subito è la sua interfaccia, una delle migliori per dispositivi mobili.

Possiamo avere con uno slide a sinistra la visualizzazione settimanale, ove basta tenere premuto un appuntamento un paio di secondi e quindi spostarlo in una nuova data od ora, senza scrivere nulla.

Con uno slide a destra invece accediamo alla to do list che è si cronizzata come il calendario ai promemoria di ios.

Sicuramente una app innovativa, conosciamola meglio nella videorecensione:

GoPro HERO7 Black , la gimbal killer

GoPro HERO7 Black , la gimbal killer

Ed è arrivata la GoPro Hero 7 Black, la top di gamma della settima versione della più famosa action cam del globo terracqueo, infatti vengono vendute anche la versione silver e la versione withe, che hanno caratteristiche tecniche più limitate e la batteria non intercambiabile.

Premetto che era dalla versione 3 black che non acquistavo una GoPro, quindi non posso che rimanere colpito per i passi avanti compiuti, e il motivo del mio acquisto ne riguardano uno in particolare, la nuova stabilizzazione, hypersmooth.

Caratteristica che mi affascina, in quanto dopo l’esperienza fatta con Benacus tv e le mie vicissitudini personali, ho smesso di fare video, se non qualche saltuaria recensione , molti lettori, followers come si dice oggi, mi hanno richiesto a gran voce di riprendere a fare video e in previsione, forse, di riprendere questa volta a livello personale, ho pensaro di provare questa camera che promette un utilizzo senza gimbal, che è quel braccio meccanico con 3 motorini elettrici che mantengono stabile la vostra camera mentre fate delle riprese video in movimento.

Siccome sono pigro, e sopratutto tutto vista la tecnologia amo fare le cose semplici, pratiche e con poco ingombro, ho pensato bene di acquistare come autoregalo di compleanno questa action camera. Cosa che non guasta vista la sua massima compatibilità ed interconnesione tramite app con i device Apple.

Non ho voluto fare una recensione, approfondita, di cui in pochi giorni sarà pieno il web, ma un semplice test da utente installa ed usa, e direi che questa nuova GoPro ne esce vincente, per ora sono pienamente soddisfatto dell’acquisto.

Fing, gestisci i device collegati alla tua rete

Fing, gestisci i device collegati alla tua rete

Gestire le reti è sempre stata una cosa da professionisti, con l’avvento del wifi, e dei router moderni è sempre più divenuta una cosa accessibile a tutti, ogni azienda di device di rete mette a disposizione la propria applicazione per la gestione del router e della rete, ma per gestire in modo efficace ogni device, c’è da aver presenta cosa è un dns, un indirizzo mac ecc.

 

C’è però una app che ci viene in aiuto, permettendo a tutti ma proprio a tutti la gestione della propria rete, e nello specifico la gestione di tutti i device collegati alla propria rete.

L’applicazione ci permette con pochi clic una gestione completa, ci permette di vedere quali device sono collegati alla nostra rete, la localizzazione della nostra rete e gli indirizzi ip.

Inoltre è possibile acquistare la fing box, un piccolo dispositivo, che funge da router/switch intermedio, da cui passeranno tutti gli accessi al wifi di casa o dell’ufficio, permettendo una serie di azioni, tra cui il ban o l’esclusione di specifici device dalla rete, il collegamento a tempo, e non solo la rivelazione di intrusi, ma la tracciatura e blocco.

Fing è diponibile sia per Android che per Ios nei rispettivi market place.