Gustavo Guglielmotti ed i suoi manuali

Gustavo Guglielmotti ed i suoi manuali

Ormai due anni fa scrissi un articolo sul beneficio che si ottiene camminando senza appoggiare le punte dei piedi, l’articolo parla impropriamente di punta dei piedi, perchè questo è il termine che correntemente si usa, ma sarebbe più corretto dire camminare senza appoggiare il tallone, chi vuole saperne di più vada qui ,è diventato uno degli articoli più letti del mio blog e che provoca una lunga sequenza di e-mail di voi lettori per chiedermi chiarimenti ed indicazioni, ho deciso così di scrivere un secondo articolo, non tanto incentrandolo sulla metodica in se, che comunque potrete approfondire con i links che inserirò, ma tanto su tutto quello che ha scatenato e sul  suo scopritore.

piedeguglielmotti

 

Proprio da lui partiamo, chi è Gustavo Guglielmotti? Un medico, un allenatore, un fisiatra, un ginnasta, un tecnico sportivo, un professore, un guru……ecco forse questa ultima definizione gli calza a pennello, anche se con l’umiltà che lo contraddistingue Gustavo si definisce un semplice uomo, un uomo che a seguito di ernie plurime ha cercato come curarsi ed ha sperimentato su se stesso tecniche di respirazione e postura, fino ad avere una intuizione , una illuminazione che pareva contraria ad ogni logica della postura e del comportamento che impariamo crescendo, invece poi questa intuizione ha trovato riscontro in alcune popolazioni africane e sud- americane dove i loro componenti usato abitudinariamente correre e camminare esclusivamente “in punta di piedi” , Gustavo allora ha sperimentato su se stesso e su chi gli era vicino questa tecnica di base affinandola, scoprendo che portava altri benefici come effetti collaterali, la tecnica si compone non solo nell’apprendere come camminare ed esercitandosi da pochi minuti al giorno a diventare il modo usuale di deambulazione, ma anche in una particolare tecnica di respirazione che a mio parere è una semplificazione dell’Hipopressiva di cui io stesso ho steso un piccolo manuale semplificato, semplificazione efficace, Gustavo ha poi fatto un ulteriore passo, ha condiviso queste sue scoperte aprendo vari blog tematici e ben dettagliati dove le spiega e dove si possono trovare le testimonianze di chi le ha provate.

mqdefault

Quindi Gustavo ha ritenuto giusto condividere da quel momento in poi tutte le sue intuizioni e sperimentazioni, e le condivide gratuitamente, poi se si vogliono avere indicazioni specifiche , passo a passo su come applicare a se stessi queste tecniche Gustavo mette a disposizione i suoi manuali, uno per ogni tipo di problema da lui risolto, e li mette a disposizione a prezzo di realizzo, qualche euro il costo di una pizza massimo, e se scaricate un manuale da uno dei suoi blog, ne otterrete uno in omaggio, uno ovviamente riguardante un altro argomento.

Vi posso garantire che Gustavo ne ha affrontati e sperimentati molti in questi anni, tanto che molti mi scrivono per trovare quello che gli interessa, e in questo articolo spero di mettere ordine e chiarezza per permettere a tutti di accedere gratuitamente alle informazioni che Gustavo Guglielmotti condivide sui suoi blog, devo anche dire ad onore del vero che lui stesso ha fatto ordine in ogni uno dei suoi blog, sulla fascia a destra troverete le immagini links a tutti gli altri blogs/argomenti da lui pubblicati.

Prima di partire a questa scoperta, voglio aggiungere che Gustavo è sempre disponibile a dare ragguagli e consigli, però c’è un patto da stringere con lui, cioè avere fiducia e provare, sono tecniche innocue e senza controindicazioni, si tratta per lo più di esercizi leggeri fattibili da chiunque non abbia disabilità particolari, è ovvio che per qualcuno potrebbero non funzionare ma ribadisco sono tecniche gratuite , per applicarle non serve comprare nessun attrezzo, nessun oggetto, ma semplicemente applicarsi ad eseguirle per gradi pochi minuti al giorno.

Gustavo correda i blog anche di semplici indicazioni video, video visibili gratuitamente da tutti.

Iniziamo il tour tra i vari argomenti proposti da Gustavo:

Il primo per elezione è quello dell’intuizione principe, quindi cosa fare per “guarire dall’ernia” , in questo caso l’unico in cui si possono avere problemi di salute l’autore stesso consiglia ovviamente di non fare autodiagnosi ed auto cura ma rivolgersi al medico , quindi una volta avuta diagnosi e terapia, provare a fare riassorbire l’ernia con le tecniche proposte :

Cop_ErniaT_small

Cliccate sulle immagini per raggiungere i blog corrispondenti.

Ed ecco che il primo positivo effetto collaterale è stato quello di scoprire che camminare in punta di piedi e fare qualche esercizio respiratorio , appiattiscono l’addome e tolgono la cellulite:

cover

 

Si scopre poi che con qualche piccola modifica questa tecnica aiuta la potenza sessuale di entrambi i sessi:

sesso-e-dimensioni-9786050403909

Quindi altra intuizione ed ecco come dimagrire :

dimagrire-tonificando-il-tuo-corpo-9786050362596

 

 

Togliere l’impotenza:

impotenza-eliminare-il-blocco-fisico-e-mentale-9786050383478

Come migliorare e guarire la lombalgia:

lombalgia-addio-per-sempre-9788869092442

Ecco diversamente da  Bates come Gustavo ci consiglia per migliorare la presbiopia:

Cop_Presbiopia_itSmall

Quindi anche migliorare e guarire dalla miopia:

MIopia_002_cop-01

Ancora sul sesso, dedicarsi meglio alle signore:

Cop_squirt_G-01

Come rasarsi risparmiando la lametta:

xmo_cop

 

Il disegno alla portata di tutti :

disegno_avanced_vendita-01

Eliminare l’acne:

acne-eliminare-defintivamente-9788892509641

Come risolvere l’insonnia, aggiungo che Gustavo nei suoi viaggi e permanenze in vari paesi ha appreso tecniche sciamaniche e dopo averle sperimentate e semplificate le propone :

insomnio-9786050360639


Ci sono poi altri manuale, sulla psicologia, sul matrimonio e altro che Gustavo , con la sua mente vulcanica continua a produrre, troverete i link nei siti che vi ho postato, non fatevi ingannare dall’accento, Gustavo è un novarese che ha girato il mondo, vivendo in varie parti del globo, dimenticavo di dire che è anche un bravo professionista nel mondo della grafica e pubblicità e potrete contattarlo attraverso i suoi siti o qui .

Che altro aggiungere se non un ringraziamento a Gustavo che mi ha fornito il materiale da lui prodotto, e per la sua disponibilità a mettere in condivisione le sue esperienze ed i risultati delle sue tecniche che sono accessibili a tutti coloro che volessero provare, tutte cose che potete provare senza nessuna controindicazione, fatto salvo per l’ernia per la quale vale sempre il consiglio di farsi per prima cosa seguire da un medico e poi se volete provare a guarire come ha fatto Gustavo.

 

PS: per saperne di più ecco anche il link al canale youtube di Gustavo , qui.

Vivere in punta di piedi, cura naturalmente e mantiene in forma

Vivere in punta di piedi, cura naturalmente e mantiene in forma

A primo acchito sembrerebbe uno slogan, come dire vivere senza fare rumore od importunare il meno possibile, invece il significato espresso nel titolo è proprio quello letterale, cioè vivere in punta di piedi, aiuta a vivere meglio e cura alcune patologie, rende più forti e più in forma.

Prima di procedere oltre, osserviamo cosa succede in natura, se osservate gli animali terrestri, noterete che tutti , quando si muovono e corrono poggiano solo le punte dei piedi, gli ungulati poi, cioè tutti gli animali con gli zoccoli, praticamente corrono in punta di dita, gli animali che utilizzano di più la superficie del piede sono i plantigradi di cui fanno parte gli orsi e gli esserei umani.

Ci sono dei ma e dei se, non voglio qui sciorinare un trattato di biologia e biomeccanica umana ed animale, ma vi propongo un discorso logico, innanzitutto contrariamente a quello che si pensa o che molti propinano, le varie specie di orso in generale non poggiano l’intero piede ma solo i due terzi,piede orso

Possiamo infatti notare nell’orma riprodotta nel fango, che il tallone non risulta, e viene usato solo e generalmente quando l’animale è fermo o si alza sulle due zampe .

BarenspurP1050395

 

Quindi l’uomo resta l’unico plantigrado che poggia il tallone per terra sempre.

Ma anche questo non è corretto, se guardate gli atleti che corrono , noterete che corrono sulle punte e che non poggiano mai il tallone per terra.

Riassumendo in natura esistono tra gli animali terrestri 3 categorie di locomozione ed in base a quelle la suddivisione è

Plantigradi, che poggiano la maggiore parte di superfice del piede al suolo, Digitigradi, che poggiano la punta del piede fino al massimo il 50% del piede stesso, infine gli Ungulati, che appoggiano le unghia delle dita dei piedi, solitamente fuse insieme a formare uno zoccolo unico o diviso in due o tre parti.

plantigradia, digitigradi

 

Altri se e ma arrivano osservando varie popolazioni mondiali, e generalmente popolazioni i cui avi recenti per soppravvivere dovevano scappare per non essere prede o rincorrere per cacciare, e che quindi la loro stessa esistenza dipendeva e dipende in parte anche oggi dai piedi e da come essi funzionano, due esempi le popolazioni keniote, abitanti il Kenya e i Tarahumana del Messico, dei quali si dice possano correre per giorni, ma molti altri popoli camminano non appoggiando il tallone per terra.

In-punta-di-piedi_257729111

Sento già stuoli di fisiatri, fisioterapisti, psicologi ecc. urlare lo scandalo, qui nessuno pretende di dare lezioni di fisiologia e biomeccanica umana, si chiede solo di fare quello che la scienza fa da secoli, osservare il mondo che ci circonda.

Studiando i popoli che non poggiano l’interezza del piede come facciamo noi occidentali si scopre che non soffrono di alcune patologie e di alcuni disturbi di cui noi ci lamentiamo, ad esempio lombalgie, disturbi intestinali, problemi a ginocchia ed anche ecc., come mai? Viene da supporre che il fatto di camminare sulle punte dei piedi o perlomeno su due terzi del piede senza poggiare il tallone, eviti che si soffra di queste patologie, e non solo aumenta la  potenza, rende il fisico più tonico ed asciutto, e come effetti collaterali, elimina la cellulite e rende più prestanti dal punto di vista sessuale.

camminare-piedi

Immagino che ora le grida e le prese in giro si sono moltiplicate e che anche voi lettori del mio blog iniziate a pensare che l’ho fatta fuori dal vaso, pensate che quando lessi un libro scoperto per caso on line la pensai subito come voi.

Allora vi pongo un quesito , tra voi lettori qualcuno conosce il metodo Bates? Se qualcuno lo conosce sa già che è un metodo per guarire dalla miopia e da altri difetti visivi, non attraverso la chirurgia ma con esercizi , metodo subito contestatissimo, ma poi piano piano accreditato, certo non è la panacea di ogni difetto visivo ma funziona in molti casi.

Quindi perchè non possono esserci altri sistemi che attivano od equilibriano il nostro corpo come succede agli animali in natura, evitando o guarendo patologie ?

Fra le altre cose non è vero che questi sistemi non sono conosciuti a livello di studi, è che non possono essere diffusi, perchè le case farmaceutiche che propinano miliardi di euro all’anno di antidolorifici, infiltrazioni, anticellulite ecc. sono delle potenze mondiali e non possono permettersi di perdere il loro business a favore di una naturale salute collettiva.

Vi faccio un esempio da qualche tempo sono uscite di moda le scarpe shape ups, quelle con la suola a dondolo, che servono per rassodare i glutei camminando o facendo sport, inoltre il mercato propone ciabatte tipo le crocks sempre shape ups, questa scarpe e queste ciabatte origina da studi fatti proprio sulle popolazioni e posture che non implicano l’appoggio del tallone per terra quando camminiamo.

 

4005e9b268509d929cdecefe9a6847a4460271613_o

crockshapeupscarpe-skechers-shape-ups-wmn-11800ewwsl-white_1277528

Questo tipo di calzature, costano anche belle cifrette, sopratutto se sono di marca ed efficaci , quindi potete capire che questo fatto che camminare sulle punte dei piedi non è un’idea ridicola, ma il modo in cui dovremmo veramente camminare.

Come dicevo il camminare sulle punte dei piedi aiuta a risolvere problemi di lombalgie, di ernie, rassoda glutei e gambe, rassoda la pancia, fa andare via la cellulite, senza bisogno di creme o di pozioni, certo non è semplice cambiare la propria abitudine di vita come il camminare, ma c’è un sistema semplice, lo si deve a Gustavo Guglielmotti, un signore che dopo aver avuto un ernia operata con recidiva ed un’altra ernia, ha sperimentato su se stesso questa tecnica, scoprendone anche i benefici effetti collaterali , come la sparizione della cellulite, il rassodamento dei glutei e ‘aumento di energia sessuale, inoltre Gustavo diffonde le sue tecniche praticamente gratuitamente, ha poi scritto dei manuali che costano tutti sotto i 10 euro che chi vuole può prendere per approfondire alcune tecniche, ed ogni manuale ne regala un’altro su un tema diverso, si perchè da quel momento Gustavo ha iniziato a sperimentare su se stesso metodi di piccole ginnastiche o movimenti o altre tecniche semplici che si possono fare ovunque in pochi minuti per risolvere altre problematiche come la miopia, il bello è che semplicemente leggendo i suoi blog potete provare senza alcuna spesa su voi stessi le tecniche e una volta che vi accorgerete dei risultati reali  se lo riterrete giusto acquisterete uno di questi manuali  per gratificare chi ha speso tempo e risorse per diffondere tecniche di benessere utili a tutti, provare per credere.

 

Vi posto qui il link al blog che può molto interessare le donne che vogliono sbarazzarsi della cellulite ed avere glutei sodi e gambe snelle gratuitamente.   http://addiocellulite.blogspot.it/

 

Una curiosità finale avete mai notato che nelle antiche statue romane e greche i soggetti sono sempre in punta di piedi?

dancer

Ebe-Museo-di-San-Domenico-Forlì